tag4

Arabia Saudita: avocatesse eserciteranno in aula

Le leggi dell’Arabia Saudita sono scandite dalla sharia, per questo motivo alle donne non è concesso entrare in un’aula di tribunale da sole, per fare ciò bisogna che un uomo le accompagni. Secondo le ultime notizie giunte alla stampa, il governo saudita sta prendendo in considerazione di cambiare questa legge, anche se ci saranno dei vincoli, infatti le donne potranno esercitare solo in cause legate al diritto di famiglia e potranno rappresentare unicamente altre donne.

Tala Hejailan è un avvocatessa di 25 anni, per potersi recare in aula ha bisogno di un “guardiano” che la accompagni. In tribunale Tala siede in una sezione apposita, separata dai colleghi maschi, inoltre non può dibattere in aula, dato che alle donne saudite, che esse siano avvocatesse o meno, non è permesso parlare con uomini che non siano strettamente collegati alla cerchia famigliare.
Tutto ciò rende impossibile praticare questa professione a 360 gradi, l’unico sbocco è fare da consulente legale.
Tala Hejailan sogna di diventare una vera avvocatessa, per difendere i diritti dei bambini, i diritti delle donne, in casi di divorzio, e soprattutto proteggere quelle donne, che quando si recano in tribunale non hanno nessuna nozione di legge e non possono essere rappresentate che da una donna.

Il ministro della giustizia Muhammad al Issa ha dichiarato che si sta prendendo in considerazione una normativa che permetta alle donne di occuparsi di particolari cause legate al diritto di famiglia. L’iter che permetterà alle avvocatesse saudite di esercitare è comunque abbastanza tortuoso, infatti prima che sia messa in pratica, bisogna che diversi ministeri l’approvino e soprattutto che il re Abdullah dia il suo consenso.

Con l’approvazione di questa nuova legge l’Arabia Saudita farà un piccolo grande passo in avanti, per quanto riguarda i diritti delle donne, in un paese, dove a quest’ultime non è permesso guidare, non possono uscire dal paese se non con il permesso di un membro maschio della famiglia e strettamente accompagnate, non possono essere impiegate in settori legati alla finanza, e per intanto non possono dibattere in aula.