Condanna a 3 anni per Leyla Zana

Diyarbakir (Turchia) – Leyla Zana, l’attivista curda che osò parlare in lingua curda davanti al Parlamento turco, è stata di nuovo condannata a 3 anni di reclusione da un tribunale sudorientale di Diyarbakir. Leyla è accusata di propaganda terroristica, già nel 1994 fu condannata per presunti legami con il Partito separatista curdo Pkk.
Ancora una volta la Turchia mostra il suo volto, poco democratico, chiamando la libertà di fare politica o di appartenere ad un etnia differenta da quella turca – propaganda terroristica. La Turchia non sarà mai pronta per entrare nell’Unione Europa finché non ammette la libertà assoluta del popolo curdo e non ammette l’esistanza dei curdi all’interno del suo confine.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...